Ruolo(i) del Dirigente scolastico

Questo ruolo si costruisce su saperi ed esperienze pedagogico-didattiche e su basi culturali preesistenti
Esso è composto di quattro ruoli diversi ma complementari, cioè quelli di:

  • Amministratore garante del buon funzionamento del suo Istituto o dell'Istituzione che dirige o co-dirige (es. controllo di norme, tempi, comportamenti, utilizzo di risorse, risultati, ecc), nei confronti dell'autorità (è questo il ruolo più tradizionale) ma anche degli utenti della formazione e più generalmente dei cittadini.
  • Animatore della comunità pedagogica che dirige, capace di suscitare iniziative (per es. la spinta alla riflessione pedagogico-didattica) e a rafforzare l'impegno di docenti, allievi e personale tecnico-amministrativo. Per questo ruolo è fondamentale la capacità di interpretare, costruire e gestire le relazioni formali e informali nell'Istituto.
  • Leader pedagogico, culturale ed etico-sociale: è questo il ruolo sottolineato oggi da molti da ricercatori e responsabili educativi e che riassume in parte gli altri (in queste vesti porge attenzione alla qualità dell'insegnamento, all'impegno di docenti e discenti, al ricupero di allievi in difficoltà, all'apporto culturale della scuola, ecc).
  • Manager pubblico, in particolare dove la legislazione prevede la corrispondente autonomia (es. ideazione e realizzazione di progetti, innovazioni, ecc).

Lo schema qui appresso sintetizza questo ruolo complesso e rammenta che si tratta di una costruzione che domanda perciò tempo e un non indifferente investimento intellettuale e pratico.

 


GeFo - Gestione della Formazione